IS

Il seguente saggio è nient'altro che la prima ed esigua parte di un testo che mi era stato chiesto in vista di una mostra poi non realizzata.
Lo scrissi in diversi momenti ma ogni volta di getto.
La consapevolezza che la fatica era stata inutile la ebbi prima di terminarlo e di rivederlo sostanziosamente, controllando e incorporando, dove necessario, le fonti.
Nel riprenderlo in mano avevo due alternative: o cercare di concluderlo o cercare di estrarne qualcosa.
La prima alternativa era francamente scoraggiante, avendo il testo una struttura tale da richiedere delle conclusioni assai elaborate.
Per comodità e pigrizia ho scelto la seconda, la quale se ha implicato uno sforzo minimo ha però lasciato in sospeso molte cose.
Si tratta di una parte che ha un incedere bibliografico (ma non ho conservato tutto ciò che si trovava rammentato nell'originale) e può considerarsi un veloce commento alle opinioni di Stewart Home.
Avevo già da un pezzo accantonato il tutto, quando usciva da Plon (Par...

Leggi tutto l'articolo