ISRAEL SPIRITUALE

Infatti Giudeo non è chi appare tale all’esterno e la vera circoncisione non è quella visibile nella carne, ma Giudeo è chi è tale interiormente e la vera circoncisione è quella del cuore e nello spirito e non nella lettera (Paolo, Romani 2:28) Gesù intanto, visto Natanaele che gli veniva incontro, disse di lui: “Ecco un vero israelita in cui non c’è falsità (Giovanni 1: 47)   I Figli della Luce si manifestano sui mondi planetari all’inizio e alla fine dei programmi per concludere la lotta tra i poteri della Luce spirituale e dell’oscurità.Il loro potere è così grande che possono conferire la trascendenza ai loro discepoli carnali in una sola nascita evitando una molteplicità di incarnazioni nell’esistenza materiale sui mondi planetari (J.J.Hurtak, Le Chiavi di Enoch)   E’ il collettivo divino di anime spirituali nelle varie nazioni del mondo per impedire la neutralizzazione del Programma Divino di YHWH da parte dei poteri di limitazione spirituale di un popolo storico.
Sono le scintille divine e gli eletti di tutte le nazioni, il popolo della Luce (J.J.Hurtak, Le Chiavi di Enoch)   I Figli di Dio sono inviati dall’amore per ricondurre alla loro sorgente gli uomini smarriti nelle immobili tenebre della morte.
Cacciare o uccidere uni di questi messaggeri è rinviare a Dio il suo perdono e condannarsi all’esilio per sempre (Louis Cattiaux, Il Messaggio Ritrovato IV,19)   Noi siamo un popolo eterno (Manoscritti del Mar Morto, Regole della Guerra XIII:7)   Quelli che risplendono maggiormente in Dio e che appaiono spesso i più oscuri nel mondo (Louis Cattiaux, Il Messaggio Ritrovato II,2)   Osiride fu smembrato alle origini da Seth, le Potenze di questo mondo.
Le parti del Corpo di Osiride, disperse in diaspora, sono il vero Israel, la razza del cielo, la divina presenza sulla Terra (Mike Plato)   Sappi, fratello, che siamo la società dei Fratelli della Purezza, esseri puri e sinceri, dal cuore generoso.
Noi resteremo addormentati nella caverna di Adamo nostro padre, finchè le vicissitudini del tempo e le calamità degli eventi continueranno a rigirarci su un fianco e sull’altro finchè, dopo esserci dispersi per il mondo, verrà il momento in cui ci ritroveremo nel regno del Maestro della Religione eterna, il momento in cui vedremo la nostra Città Spirituale elevarsi nell’etere, quella che il nostro padre Adamo, la sua sposa e la sua posterità furono costretti ad abbandonare (Rasayl Ixvan al Safa va Xillan l-wafa IV, enciclopedia musulmano-ismailita in 52 trattati)   L’evoluzione [...]

Leggi tutto l'articolo