IT'S A MAD, MAD, MAD, MAD WORLD

Il “Corriere della Sera” si chiede e chiede se Kim Jong-un sia pazzo, arrivando alla prevalente conclusione che sia piuttosto un furbo.
Un leader abilissimo nel far fruttare la fama di “Stato pazzo” che si è procurata la Corea del Nord, oltreché la fama d’irrazionale che si è procurata lui stesso.
Il principio generale è che non bisogna lasciare all’avversario aggressivo l’esclusiva di un’arma.
Se il nemico minaccia di usare i gas, come nella Prima Guerra Mondiale, non basta ricordargli che è un’arma sleale, disumana.
La cosa migliore è dimostrargli che si hanno gas più letali dei suoi.
Ecco l’argomento più convincente.
Nello stesso modo, se uno gioca la carta dello “Stato Pazzo”, bisognerebbe minacciarlo pazzamente.
Per esempio pubblicando una pianta del bombardamento atomico a tappeto con cui si ucciderebbe l’80% della sua popolazione, come misura preventiva per togliere di mezzo chi minaccia di morte i suoi vicini.
L’avversario non si chiederebbe se per caso stiamo parlando sul se...

Leggi tutto l'articolo