ITALIA … ''DEMOCRAZIA RAPPRESENTATIVA''? MAH …

… Chi è che sta ''attentando'' alla democrazia rappresentativa? Quello che ''forza le regole'' mettendo la fiducia alla legge elettorale …  o quello che continua a manifestare il proprio dissenso? Un sondaggio di qualche giorno fa dava il Partito democratico al 35% ; ma la percentuale di astensionismo al 41%.
La gente è ''disorientata'' non sa più a che santo votarsi! Renzi era l'uomo adatto, considerata la pressione ''qualunquista'' che viene fatta da internet sulle nostre meningi, a raccogliere voti.
Parla anche lui alla ''pancia'' delle persone … dice delle cose che vanno bene per tutte le stagioni … insomma ''piace'' a gran parte del pubblico.
E poi il pubblico sa o pensa che ''dietro'' a Renzi ci sia una struttura/partito che garantisce comunque vada la ''democrazia''.  Ma …  ''quello'' che avrebbe dovuto rimanere il suo compito … e cioè ''raccattare voti'' è sfuggito di mano.
La ''vittoria'' gli ha dato alla ''testa'' … e si è convinto di essere un ''genio'' in toto!  Si è quindi contornato di ''yes man e yes woman''  e ha ''preso in mano la situazione''! Sigh … Dato che però non è un ''carciofo completo'' …  dovrebbe capire che il consenso che sta ''perdendo'' sta proprio nel suo modo di governare.
Nel suo, diciamolo pure,  decisionismo antidemocratico! Nonostante sbandieri ai quattro venti di esser ''democratico'' … non lo è affatto, la ''partecipazione democratica'' con lui è andata a farsi benedire. Ha, di fatto, delegittimato la dialettica parlamentare attraverso il ricorso alla fiducia.  E questa è solo la punta dell'iceberg! La sua abitudine a comunicare, direttamente in rete con i cittadini attraverso i tweet i passaggi più delicati dell’azione di governo, di fatto salta la dialettica parlamentare.
Costui cerca infatti consenso in quell'elettorato che in lui si riconosce … i suoi tweed sembrano, in piccolo,  il blog di grillo.
Contatto diretto con la ''gente''! Ma stiamo scherzando? La panettiera di Forli, o il disoccupato di Torino che cavolo vuoi che ne sappiano di legge elettorale e delle sue ricadute? Tutto quel che Renzi ''democraticamente'' racconta loro ''direttamente'' va benissimo! Ne sono persino commossi! L’ostilità generale che Renzi dimostra verso i corpi intermedi - che siano i collegi docenti da sottomettere ai presidi o i sindacati da insultare … la dice lunga. E poi … se una ministra come Stefania Giannini definisce chi la contesta “squadrista” … qualche cosa vorrà pur dire no? Questi sono tutti segnali dell’insofferenza per il [...]

Leggi tutto l'articolo