ITALIA SOCIAL

Ormai tutto è social in questo Paese, esiste una dipendenza da social, i social visti quindi come una droga per inibire la mente, per evadere da una realtà a volte troppo scomoda.
Essere social fa tendenza, del resto se non sei sui social semplicemente non esisti, sui social si leggono le notizie, inquinate distorte o completamente inventate, da cui ci formiamo i nostri concetti, le nostre idee e convinzioni, convinti che siano davvero nostre mentre in realtà non lo sono affatto.
In base ai consensi sui social si decidono addirittura le crisi di governo, le stesse campagne elettorali perenni si fanno sui social, sui social si adescano seguaci, follower, sostenitori, lobotomizzati, chiamateli pure come volete la sostanza delle cose non cambia.
Scriviamo sui social per avere un attimo di visibilità, di quella stessa visibilità che ci è negata nella realtà di tutti i giorni, ci circondiamo di amici virtuali per sopperire alla mancanza di amicizie vere.

Leggi tutto l'articolo