IV Domenica del Tempo ordinario (C) Da Nazaret a Cafarnao

IV domenica del tempo ordinario
Ger 1,4-5.17-19; Sal 71 (70); 1Cor 12,31-13,13; Lc 4,21-30
Da Nazaret a Cafarnao
Il quarto capitolo del Vangelo di Luca è contraddistinto dalla presenza di due note contrastanti. La prima è la lunga «nota tenuta» costituita dal riferimento al settimo giorno. Di sabato Gesù entra nella sinagoga di Nazaret (Lc 4,16), insegna a Cafarnao (4,31), scaccia il demonio con la sola forza della parola (Lc 4,31), senza infrangere il precetto sabbatico (attende la fine del settimo giorno per guarire i malati imponendo loro le mani, Lc 4,40). L'altra nota è la presenza di un ripetuto contrasto. Il riposo tranquillo e sicuro del sabato (cf. Gen 2,3; Es 20,8-11; Dt 5,12-15) deve fare i conti con una realtà di segno opposto: l'ostilità dei propri concittadini a Nazaret (Lc 4,23-30), la potenza del demonio a Cafarnao (Lc 4,33-35), la forza della malattia in casa di Simone (Lc 4,38-39).
A Nazaret la svolta narrativa è repentina e all'apparenza persino immotivata. Gesù semb...

Leggi tutto l'articolo