IV Domenica di Avvento (C) Beata colei che ha creduto

Quarta domenica di Avvento
Mi 5,1-4; Sal 80 (79); Eb 10,5-10; Lc 1,39-45
Beata colei che ha creduto
Maria a Nazaret riceve da Gabriele l'annuncio: lei concepirà colui che «sarà santo e chiamato Figlio dell'Altissimo». Come è possibile che ciò avvenga visto che «non conosce uomo»? L'angelo le rispose: «Lo Spirito Santo scenderà su di te e la potenza dell'Altissimo ti coprirà con la sua ombra. Perciò colui che nascerà sarà santo e sarà chiamato Figlio di Dio. Ed ecco, Elisabetta, tua parente, nella sua vecchiaia ha concepito anch'essa un figlio e questo è il sesto mese per lei, che era detta sterile, nulla è impossibile a Dio» (Lc 1, 34-38). Per annunciare una nascita umanamente impossibile Gabriele ne presenta un'altra del tutto inconsueta e lo fa con parole che, a loro volta, richiamano l'annuncio incentrato sulla fecondità della sterile Sara: «C'è forse qualcosa d'impossibile per il Signore? Al tempo fissato tornerò da te fra un anno e Sara avrà un figlio» (Gen 18,14). Ascoltate le pa...

Leggi tutto l'articolo