Ignoranza ed inerzia della mentalit razionale.

La mentalità eccessivamente razionale di una persona maschera spesso un certo grado di ignoranza della realtà umana ed è connotata da un'inerzia che blocca il rinnovo delle idee, dei pensieri e dello stile di vita.
In questo tipo di mentalità l'ignoranza deriva dall'incapacità di approfondire ed ampliare la conoscenza dei fatti o problemi inerenti gli aspetti relazionali e creativi nella vita di una persona.
Una parte dei problemi della vita professionale, sociale, familiare e relazionale sono infatti invalutabili con le tecniche e gli strumenti scientifici o razionali.
Questo tipo di mentalità spesso rifiuta di annettere od ammettere le cause relazionali dei fatti od eventi della vita umana.
Le cause relazionali di un fatto della vita influiscono sui comportamenti ed atteggiamenti di un essere umano senza essere visibili immediatamente alla persona eccessivamente razionale.
La mentalità razionale può attribuire in modo errato determinate cause ad un evento della vita di una persona perchè ignora la causa relazionale e spirituale che lo ha determinato e gli appare come una regressione evolutiva.
Un essere umano evoluto cercherà invece di favorire il bene ed il progresso sano di sè e della società mentre la persona eccessivamente razionale tenderà a controllarla per sopravvivere e ricavarne prestigio ed onori.
La mentalità eccessivamente razionale tende ad isolare una persona in piena relazione con il proprio mondo interiore.
L'inerzia di questa mentalità spesso impedisce di vedere gli aspetti della realtà umana che generano sofferenza emotiva agli esseri umani.
L'inerzia della mente ostacola anche la tutela delle persone soggette all'aggressività mentale ed emotiva nella vita professionale, relazionale e sociale.
L'inerzia della mentalità razionale spesso impedisce di riconoscere il vero affetto ed amore nei rapporti interpersonali ed il valore della conoscenza relazionale.
Questo tipo di mentalità possiamo trovarla di frequente nelle persone che ambiscono a rapporti interpersonali basati unicamente sulle pulsioni primarie perchè sono più facili da gestire e soprattutto da controllare per il proprio tornaconto palesemente egoistico.
L'inerzia e l'ignoranza della mentalità eccessivamente razionale tendono a normalizzare i rapporti interpersonali e ad escludere e delegittimare ogni sviluppo creativo ed umano delle persone e quindi anche dei cittadini di una comunità.

Leggi tutto l'articolo