Igor il Russo choc: «Ucciderei ancora, in carcere mi mancano i Dragon Ball e la radio»

Igor il Russo si dice pronto a uccidere ancora. Il killer che aveva ucciso, nell'aprile 2017, Davide Fabbri, un barista del Bolognese e la guardia volontaria Valerio Verri. Poi era fuggito, facendo perdere ogni traccia di sè per mesi, prima di essere catturato a Turuel in Spagna, a dicembre del 2017. Intervistato dal quotidiano Libero, Norbert Feher alla domanda "ammazzerebbe ancora?" ha candidamente risposto: "Sì, se è necessario. Sono stato addestrato così. In certi casi il male è indispensabile".

"Mi hanno insegnato così, durante il servizio militare in Ungheria. Sono stato lì un anno e mezzo circa, ho imparato a difendermi a costo di uccidere" , ha raccontato Igor che è molto credente: prega 5 ore al giorno e l'unico libro che legge, a parte i fumetti, è la Bibbia.
Nell'intervista spiega che "mi stanno attribuendo morti e rapine che io non ho assolutamente commesso. Se c' è un caso irrisolto lo assegnano a me. Ma sinceramente a me cambia poco avere 30 anni di condanna o l' erga...

Leggi tutto l'articolo