Igor il Russo, la cronista di "Libero": "Non sono la fidanzata"

La giornalista di “Libero” Simona Pletto è uscita allo scoperto sulle colonne del suo quotidiano per far chiarezza sul suo rapporto con Igor il Russo, che incontrerà nel carcere di massima sicurezza di Saragozza, in Spagna.
Nei giorni scorsi si è diffusa la notizia che Norbert Feher (questo il vero nome dell’uomo accusato di 5 omicidi tra Italia e Spagna) incontrerà presto due donne nel carcere spagnolo dove è recluso.
Una di queste è proprio Simona Pletto, che, in risposta a chi ha parlato di “attrazione maledetta”, ha scritto: «So per certo che la sottoscritta, che è la seconda donna citata da fonti giornalistiche, è mossa esclusivamente da motivi professionali.
Dall’estate scorsa, infatti, ho un costante scambio di lettere con il detenuto catturato nel dicembre 2017 in Spagna.
Tutto è nato dalla personale esigenza giornalistica di voler approfondire alcune dinamiche delle sue ancora sconosciute vicissitudini, di alcuni aspetti della sua personalità, uomo da tutti considerato estremamente pericoloso, e fino ad oggi raccontate solo attraverso le testimonianze dei suoi compagni di cella».
La giornalista, poi, a proposito del suo rapporto personale on Igor il Russo, ha aggiunto: «Ci tengo a sottolineare che non sono né una sua fan né una sua aspirante fidanzata.
Sono semplicemente una giornalista che sta facendo, sulle più modeste orme delle interviste della brava collega Franca Lando Leosini, il suo lavoro.
Tutto questo, naturalmente, senza farne un eroe.
Ci mancherebbe.
Va da sé che umanamente nessuno può difendere un uomo che ha commesso ben 5 omicidi.
E capisco la rabbia sollevata dai parenti delle vittime davanti alla notizia delle sue future visite femminili in carcere.
Ma il mestiere del giornalista prevede anche questo».
Il mese scorso, Igor il Russo è stato processato a Bologna in rito abbreviato per gli omicidi del barista Davide Fabbri e del volontario Valerio Verri e per altri reati ed è stato condannato all’ergastolo.