Il “nuovo” Conte a Bruxelles con un occhio alla manovra

Primo viaggio in Ue da premier giallorosso. Forte della nomina di Gentiloni e dell'esclusione di Salvini dal governo, chiede più flessibilità. E sull'immigrazione dice: «Penalità per chi non accoglie». Conte chiede tempo a Ursula sul debito, possibile "accordo temporaneo sui migranti" Il premier incontra a Bruxelles la presidente von der Leyen. Sul tavolo flessibilità dei conti pubblici e immigrazione.



Èil debutto di Giuseppe Conte a Bruxelles nella sua nuova veste giallorossa, tirata a lucido dopo i voti di fiducia alla Camera e al Senato. La mattina dell’11 settembre il premier del neonato esecutivo M5s-Pd è arrivato nella capitale europea per incontrare – in un clima molto disteso, raccontano le fonti – la nuova presidente della Commissione, Ursula von der Leyen, il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, il presidente designato del Consiglio europeo, Charles Michel, e i presidenti uscenti della Commissione e del Consiglio, Jean-Claude Juncker e Donald Tusk. 
CONTE...

Leggi tutto l'articolo