Il 2005 dello sport mondiale

Ciao 2005,sono ancora scosso nel ricordarti, sono ancora pieno di speranze adesso che sto per lasciarti.
Sei stato l'anno in cui il mondo intero si è commosso, davanti ad una piccola finestra in Vaticano.
Papa Giovanni Paolo II, un uomo grandissimo, l'amato padre di tutti i ragazzi del mondo ad di là della confessione religiosa, il sofferente testimone della pace e dell'amore fraterno è morto dopo giorni di agonia.Poi dopo il Conclave che ha eletto il tedesco cardinal Ratzinger come suo successore, sei stato l'anno degli attentanti di Londra, macabro rituale di questa era terroristica su scala mondiale che pare non vuole finire.
Poi c'è stato New Orleans, una città rasa dal suolo dall'acqua che presto ritroverà la sua storia gloriosa, ancora sei stato l'anno dei matrimoni gay officiati dalla legge.
E nello sport come e stato il 2005???Il 2005 dello sport mondiale ha riservato grandi emozioni.
L' anno si apre con il ritorno, a 48 anni, di Martina Navratilova al tennis (torneo di Sydney) e la vittoria di Giorgio Rocca nello slalom di Chamonix, valido per la Coppa del Mondo di sci alpino (9 gennaio).
Due giorni dopo, ad Adelboden (Svizzera) primo successo in Coppa del mondo per Massimiliano Blardone, in gigante.
Ma i Mondiali di Bormio, che si aprono il 29, vedono il trionfo di Bode Miller, che conquista l'oro in superG.
Ma gennaio non è solo sci, anzi: il 29 si assiste alla conquista del settimo Slam in carriera di Serena Williams, che si aggiudica gli Open di tennis d'Australia.
Il 30 va a Marat Safin il torneo maschile.
Passano 24 ore e, ai Mondiali a Bormio, argento a Lucia Recchia in SuperG.
Febbraio celebra il bronzo di Giorgio Rocca in combinata e l'argento di Elena Fanchini nella libera mondiale.
Prende il via il Sei Nazioni di rugby, che porterà poca gioia all'Italia: all'esordio ko con l'Irlanda (17-28).
A Bormio, intanto, terzo oro mondiale per Janica Kostelic, in slalom, dopo quelli in combinata e discesa.
Il 12 altro bronzo per Giorgio Rocca, in slalom.
Intanto l'Italrugby perde anche contro il Galles a Roma (8-38), ma la vera sorpresa di questo mese è Sania Mirza: a 18 anni è la prima tennista indiana a vincere un torneo Wta, a Hyderabad.
Soddisfazioni a ‘temperature basse arrivano da Pietro Piller Cottrer (oro) e Fabio Valbusa (argento) nella 15 km tl ai Mondiali di Oberstdorf (Germania), oltre che da Armin Zoeggeler, che a Park City centra il 5.o titolo iridato nello slittino.
Nel Sei Nazioni nuovo ko, stavolta contro la Scozia a Edinburgo (18-10), ma le maggiori soddisfazioni arrivano da sci e [...]

Leggi tutto l'articolo