Il Cardinale Pell condannato a sei anni per abusi sessuali

Victoria, 13 mar.
(askanews) - Il cardinale George Pell è stato condannato a sei anni di reclusione per aver commesso abusi sessuali su due ragazzini di 13 anni nel 1996.
La sentenza è stata letta in diretta tv dal giudice Peter Kidd della County Court del Victoria, che ha descritto gli abusi di Pell come "un attacco sessuale sfrontato e forzato".
"Dal mio punto di vista gli atti erano sessualmente evidenti, entrambe le vittime erano visibilmente angosciate durate le molestie - ha aggiunto il magistrato -.
Vi è stato un ulteriore livello di umiliazione che ciascuna delle tue vittime deve aver provato nel sapere che l'abuso avveniva in presenza altrui".
L'alto prelato, ex ministro dell'Economia del Vaticano e numero tre della Santa Sede, si trova in isolamento dopo il suo arresto e si è sempre dichiarato innocente.
I suoi legali hanno fatto ricorso alla corte d'appello che deciderà a giugno se vi sono stati vizi di forma nel primo grado.
"Il mio cliente non desidera commentare la sentenza, anche se al momento è difficile trovare conforto per quello che è successo grazie a questa condanna, ma apprezza il lavoro fatto dalla Corte" Ha detto Vivian Waller, avvocato di una delle vittime.
Le reazioni della gente sono state contrastanti, tra colpevolisti e innocentisti.

Leggi tutto l'articolo