Il Carnevale in Valtellina: allegorie e maschere alpine

Il Toni, la Bernarda, lAmmaestratore dellOrso Bianco, il Paralitico: sono questi alcuni dei volti del Carnevale in Valtellina.
Se, per esempio, ci fermiamo a Grosio, centro della media valle dalla significativa e spiccata identit storica e culturale, queste ed altre figure allegoriche, saranno le protagoniste indiscusse dei prossimi giorni.
La festa degli eccessi per eccellenza bussa con insistenza alle porte dellinverno per chiamare la primavera con quellallegria fittizia che precede il tempo della penitenza, il tempo della Quaresima.
Quel che  certo, comunque lo si voglia vivere,  che anche in Valtellina il Carnevale vanta antiche origini.Accanto alle caricature dei protagonisti dei giorni nostri, c sempre, infatti, un attenzione - pi marcata e intensa in alcuni centri della provincia - alla tradizione, di sicuro la pi efficace in termini di espressivit.
Al di l del fascino delle sfilate, le cornici sono uniche: il cielo terso, le cime innevate e le antiche piazze dei p...

Leggi tutto l'articolo