Il "Casus Belli" di Giuda inizia in Libano - L'emporio criminale sionista provoca alla frontiera libanese: morti e feriti

Il “Casus Belli” di Giuda inizia in Libano 03/08/2010 L’EMPORIO CRIMINALE SIONISTA PROVOCA ALLA FRONTIERA LIBANESE: MORTI E FERITI  di Dagoberto Husayn Bellucci  (soldati libanesi)   ”I militanti di Hezbollah non staranno piu’ a guardare se Israele attacchera’ di nuovo l’esercito libanese.
Lo ha detto il capo dell’organizzazione Hassan Nasrallah in un messaggio diffuso a Beirut.
”Da ora in poi – ha detto – se l’esercito viene attaccato in una qualsiasi area dove la resistenza e’ presente, questa non stara’ a guardare.
Taglieremo le mani israeliane che cercassero di attaccare l’esercito libanese”.
Nasrallah ha spiegato di aver chiesto ai militanti di non reagire, ”di non fare nulla” negli scontri di oggi, per evitare una escalation”.
(Asca.it – http://www.asca.it/news-LIBANO__HEZBOLLAH__AL_PROSSIMO_ATTACCO_DI_ISRAELE_NON_STAREMO_A_GUARDARE-940062-ORA-.html) “È l’episodio di violenza più grave lungo la frontiera tra Libano e Israele dal 2006 e ha fatto le prime vittime dalla fine del conflitto di quattro anni fa.
Un tenente colonnello israeliano, almeno due soldati e un giornalista libanese sono rimasti uccisi negli scontri scoppiati stamane.
Scatenati, secondo le prime ricostruzioni, dal tentativo di una pattuglia israeliana di tagliare alcuni alberi che si troverebbero in territorio libanese” (Euronews.net – http://it.euronews.net/2010/08/03/scontri-al-confine-tra-libano-e-israele-morti-e-feriti/)     “Una sparatoria che ha causato la morte a 5 persone: 3 soldati libanesi, un giornalista anch’esso libanese, e il colonnello Dov Harari.
Tutto è nato per un’operazione dell’esercito israeliano, che voleva abbattere alcuni alberi per installare delle videocamere di sorveglianza.  Non erano d’accordo però i soldati libanesi che passavano di là: il territorio è libanese, sconfinamento, spari di avvertimento.
La linea di confine internazionale infatti non coincide esattamente con la Linea Blu, ovvero la linea armistiziale fissata dalle Nazioni Unite al termine del conflitto dell’estate del 2006; inoltre, la risoluzione 1701 adottata nell’occasione specifica che nella “zona cuscinetto” nel Libano meridionale possono dispiegarsi solo i militari dell’Unifil e quelli delle forze regolari libanesi“.
(Libero – http://www.libero-news.it/news/464478/Spari_tra_soldati_al_confine_tra_Libano_e_Israele____morti_e___feriti.html)     “Gli scontri, sarebbero scoppiati «tra le due parti alla frontiera tra la località libanese di Aadaissé, dopo che i [...]

Leggi tutto l'articolo