Il Cesena sbanca il Rigamonti

L'errore sembra togliere fiducia ai padroni di casa e darne agli ospiti; pochi minuti dopo, infatti, l'uno-due cesenate che stende i ragazzi di Beretta: per due volte Zebina non riesce a respingere il pallone fuori area, per due volte finisce per apparecchiare la tavola a Jimenez e Ceccarelli che ringraziano e consumano.
Sarà il profumo di concorrenza, ma anche Eder sembra un altro o, meglio, sembra essere tornato quello imprendibile di Empoli: prima accorcia le distanze su buco di Ceccarelli, poi cerca di guadagnarsi un rigore ma ottiene solo un giallo per simulazione, alla fine si mette anche al servizio della squadra agendo da ala pura.
La manovra ordinata di inizio ripresa del Brescia, però, si esaurisce subito e finisce per lasciare spazio alla solita reazione confusa e irrazionale; il Cesena, così, ha gioco facile nel chiudersi e respingere gli attacchi avversari che, infatti, non si renderanno più pericolosi dalle parti di Antonioli, nonostante più di 40' a disposizione per completare la rimonta.
Corioni doveva tenersi iachini e non licenziarlo visto che beretta sta facendo peggio in risultati e in gioco certo con iachini le sconfitte sono state tante però almeno il brescia giocava ora con beretta non c'è neanche il gioco e ahime la vedo davvero brutta per il brescia e per beretta che di questo passo non arriva alla fine Fonte: www.gazzetta.it

Leggi tutto l'articolo