Il Fantasma di Ciò Che È Stato

E in realtà questo titolo si deve a qualcosa che ancora non vi posso dire - ma è qualcosa di bello all'orizzonte... Ma ve ne parlerò presto, credo. Per oggi pesco da Sheridan (che domani, ricordate, leggeremo al PdC) per illustrare come certe cose siano in realtà vecchie come le colline...
Il Fantasma di Ciò Che È Stato, appunto - ovvero antefatti, antecedenti, backstory, informazione pregressa... comunque vogliamo chiamarlo, è tutto ciò che ha condotto a Pagina 1 e di cui, in un modo o nell'altro bisognerà pur mettere a parte il lettore/spettatore. Un tempo i romanzi se la cavavano raccontando quel che andava detto in un numero variabile di pagine iniziali, affidate alla voce narrante. A teatro la funzione spettava spesso al Coro... poi il Coro andò per lo più in pensione, sostituito in parte dal Prologo... ma in realtà ci si accorse che era tutto molto più efficace se, invece di spiattellare Ciò Che È Stato in un'unica rata, lo si faceva passare un po' per volta tramite il dialogo d...

Leggi tutto l'articolo