Il Fisco Usa premia con 104 milioni $ lo spione ex di Ubs: «Spiegò come la banca aiutava a evadere»

Il Fisco Usa premia con 104 milioni $ lo spione ex di Ubs: «Spiegò come la banca aiutava a evadere» articoli di saverio Fossati e Marco ValsaniaCronologia articolo11 settembre 2012Commenti (22)     Bradley Birkenfeld, ex manager di Ubs che ha collaborato con le autorità, ha ricevuto dall'Internal Revenue Service (Irs), l'agenzia delle entrate americane, un premio da 104 milioni di dollari per la sua «collaborazionè nell'ambito delle indagini per frode fiscale, tramite la quale ha spiegato come la banca ha aiutato migliaia di americani a evadere le tasse».
I legali di Birkenfeld ritengono che sia il premio più elevato mai stanziato a un singolo informatore negli Stati Uniti.
I 104 milioni di dollari che gli sono stati assegnati - secondo gli esperti - sono tassabili.
Birkenfeld agli investigatori ha riferito sulle pratiche illecite che sarebbero stata incoraggiate dalla banca.
    ARTICOLI CORRELATI Ve li fareste 40 mesi di galera per 104 milioni di dollari? Al Wsj: «Avevo visto qualcosa di sbagliato, era mio dovere correggerlo» Ecco la lista degli evasori americani con i conti in Svizzera Vedi tutti »   Nel 2009 Ubs ha pagato 780 milioni di dollari per risolvere la disputa con le autorità americane e si è accordata per fornire i nomi di più di 4mila titolari di conti bancari segreti.
Birkenfeld non era presente alla conferenza stampa dei suoi legali perché ancora in carcere, dove sta scontando una condanna da 40 mesi di reclusione.

Leggi tutto l'articolo