Il Guastafeste (capitolo intero)

da IL GUASTAFESTE -Antonio Di Pietro Gianni Barbacetto (Santi-Ponte alle grazie) IO E SILVIO I SUOI SOSTENITORI APPREZZANO LA SUA COMBATTIVITA'NEI CONFRONTI DI SILVIO BERLUSCONI,CON CUI LEI NON HA MAI AVUTO UN RAPPORTO DIALOGANTE,A DIFFERENZA DI ALTRI LEADER DEL CENTROSINISTRA.I SUOI DETRATTORI ,AL CONTRARIO,LE RIMPROVERANO DI AVERE PER BERLUSCONI UNA VERA E PROPRIO OSSESSIONE,CHE DIVENTA A LORO DIRE IL TRATTO CARATTERISTICO DELLA SUA POLITICA.DICA LA VERITA',LEI E' OSSESSIONATO DA BERLUSCONI? Il destino ha voluto che io mi sia trovato a fare politica proprio nel periodo in cui la scena è stata occupata da Silvio Berlusconi,per cinque volte candidato alla presidenza del Consiglio,per tre volte vincitore delle elezioni.Non è dunque colpa mia se di lui dobbiamo parlare,se a lui dobbiamo opporci.Impossibile non misurarsi con questa presenza ingombrante nella situazione italiana.
Io con Berlusconi ho dovuto avere a che fare per motivi di lavoro,quando ero magistrato,poi per motivi personali,quando sono stato imputato,infine,oggi,per motivi politici.L'ho conosciuto bene,ho avuto modo di rendermi conto di chi è davvero.Conosco ormai bene la sua vita,la sua storia imprenditoriale,la sua storia giudiziaria,la sua storia politica.Sono convinto che sia un'anomalia italiana.Come si fa a non occuparsene,come si fa a non denunciarla? Non sono io ad avere la mania di Berlusconi,è Berlusconi che da quindici anni è dentro le istituzioni italiane in modo anomalo,essendo in pieno e radicale conflitto di interesse.In nessun altro Paese civile al mondo,sarebbe permesso a un imprenditore,concessionario del sistema televisivo,con gravi problemi di giustizia,di fare pure il presidente del Consiglio.In israele e perfino in Colombia,i leader politici di quei Paesi,Olmert e Uribe,sono stati messi in discussione quando la magistratura si è dovuta occupare di loro.Da noi,invece,a fare scandalo non è chi va sotto indagine,ma chi, come me,pone un problema morale e istituzionale.Olmert,primo ministro d'Israele,dopo essere stato indagato si è dimesso,dichiarando di .Da noi Berlusconi dice invece che i giudici sono suoi avversari politici e li tratta come tali.Peraltro,pure truccando le carte.Infatti,in tutti questi anni,ogni volta che ha dovuto giocare una partita giudiziaria,è sempre ricorso a qualche legge ad personam che gli permettesse di rivoltare il tavolo al momento opportuno.Da ultimo,si è pure fatto fare una legge apposita-il lodo Alfano-per diventare praticamente intoccabile.Addirittura voleva scegliere come giudice costituzionale [...]

Leggi tutto l'articolo