Il M5S propone tagli di 42 milioni l'anno per la Camera

   Il M5S propone tagli di 42 milioni l'anno per la Camera   "Il MoVimento 5 Stelle ha approntato una proposta di tagli per 42 milioni di euro l’anno, sugli stipendi e le indennità dei deputati.
Martedì prossimo la proporremo all’ufficio di presidenza della Camera attraverso i nostri eletti: il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio e i segretari Claudia Mannino e Riccardo Fraccaro.
Così sapremo se la presidente della Camera, Laura Boldrini, ha veramente voglia di intervenire sui costi della politica.
Visto che nel corso dell’ultimo ufficio di presidenza la Boldrini aveva detto che si sarebbe decurtata lo stipendio del 30% anche se in realtà il taglio effettivo sarebbe stato solo del 6,9% netto.
Nella stessa riunione l’ufficio di presidenza aveva però rifiutato la proposta del Movimento 5 Stelle di eliminare il parco di auto blu della Camera e anzi aveva dato il via libera alla costituzione di un nuovo gruppo parlamentare, senza che però ne ricorressero i requisiti, determinando a carico dei cittadini una nuova e maggiore spesa per circa 400 mila euro l’anno." Gruppo parlamentare M5S alla Camera             Al parlamento italiano  Questa petizione sarà consegnata a: al parlamento italiano     PETIZIONE AL PARLAMENTO ITALIANO E PER CONOSCENZA AL PARLAMENTO EUROPEO PER RIFORMARE I PARTITI E I SINDACATI PER VEDERE ED EVENTUALMENTE PER FIRMARE LA PETIZIONE DIGITA QUI PETIZIONE AL PARLAMENTO ITALIANO E PER CONOSCENZA AL PARLAMENTO EUROPEO PER RIFORMARE Sottoscriviamo  questa petizione per sottoporre alcune proposte innovative e riformatrici che se accolte dal Parlamento,  potranno dare un impulso etico e di trasparenza all’attuale status politico e sindacale del paese.
Per dare sostanza alle nostre proposte, abbiamo fondato un gruppo online usando il socialnetwork Facebook dove possiamo interagire con tanti amici online.Il gruppo non ha scopo di lucro, è aperto a tutti ed è traversale .
Al gruppo hanno dato la loro adesione: politici, scrittori, filosofi,psicologi, giornalisti, dottori e gente comune.Dopo questa dovuta presentazione siamo onorati di sottoporre al Parlamento.
alcune proposte che abbiamo raggruppato in un vero e proprio codice etico.
Ecco quindi l’esigenza in primis di affrontare all’interno dei medesimi alcuni correttivi.I punti che abbiamo individuato sono i seguenti: CODICE ETICO COME INTEGRAZIONE ALLO STATUTO DEI PARTITI E DEI SINDACATI   Con questa petizione al Parlamentochiediamoil taglio drastico delle spese e dei costi collegati al sistema dei partiti [...]

Leggi tutto l'articolo