Il Mare mi dice...

Figli miei , vi abbraccio avvolgendo il mio bagnato sulle vostre membra e saziandomi dell’umano odore…voglio soddisfarvi per strappare via il dolore, sostenervi per eliminare il grigiore… Figli di terra e acqua, muovo le mie onde a fondo per carezzare quel che secco attende la consolazione, scorro sulla arida rena gialla a spegnere il suo lucore e il riflesso del sole… …muovo più giù per sfuggire al mio profondo, arrivo ai vostri piedi ad alleviare il troppo calore e carezzare la pelle per lenire il rossore …figli del peccato… Io, immenso, anniento la madre terra con l’intento di tenervi miei e cancellarvi dagli occhi le  livide immagini di guerra Sostengo il peso del naturale peccato spazzandolo via e lasciando ai posteri odio e livore per tanta tragedia…   perdonatemi figli…                                                      …la colpa non è mia gm Tutti i diritti riservati sul testo

Leggi tutto l'articolo