Il Natale

E il Verbo divenne carne e si attendò tra noi,
e contemplammo la sua gloria (Gv 1,14ab)
Scarica PDF
Premessa
Alla domanda “Chi è Gesù Cristo?”, il catechismo di S.Pio X rispondeva: “Gesù Cristo è la seconda Persona della santissima Trinità, cioè il Figlio di Dio fatto uomo”. Tutto qui il Mistero dell'incarnazione: la seconda Persona della santissima Trinità che si è fatta carne. Questo è il Natale, che convenzionalmente celebriamo il 25 dicembre di ogni anno. Ma una simile attestazione porta con sé diverse implicazioni. Abbiamo infatti parlato di Figlio di Dio, uno dei tre componenti la Trinità; si è parlato della sua incarnazione; si è accennato al Mistero. Tutto ciò fa sorgere degli interrogativi. Che cosa ha significato per Dio incarnarsi? Quali ripercussioni ha avuto l'incarnazione del Figlio all'interno della Comunità Trinitaria? È tutto come prima oppure in Essa si è prodotta una qualche modificazione sostanziale, a livello ontologico? Dio dunque può mutare? C'è un divenire in Di...

Leggi tutto l'articolo