Il PD strizza l'occhio ai PM: arrestiamolo!...

Avviene che Migliavacca, uomo di Bersani, fidatissimo, se ne esce con una dichiarazione che, a leggerla con disinvoltura stolta, apparirebbe normale conseguenza logica di una ipotetica condizione.Dice, l'improvvisato giurisprudente, con estrema naturalezza, o pericolosa calcolata faciloneria, che, ne sussistessero atti probanti, il PD voterebbe per l'arresto di Berlusconi...Mah!Non c'è nessun motivo per questa "uscita", e allora bisogna considerare che o questo MIgliavacca è un insulso provocatore, o si diletta di casi giudiziari, o ha una missione da compiere, un segnale in codice da mandare, ai PM amici, evidentemente. Siccome le reazioni del PD, le sottolineature di consenso della stampa sinistra, non sono parse ispirate a condanna, ma neppure al minimo richiamo a maggiore prudenza, si deve desumere che l'interpretazione da dare, alla colta considerazione del Migliavacca, è quella che PD e compagni sono pronti, che i media amici sono pronti (peraltro, sono questi, che architettano e suggeriscono piani e soluzioni), per cui i PM possono procedere... Intanto, si concretizza la tecnica della somministrazione per gradi di avvenimenti gravissimi, conquistando l'abitudine mentale della pubblica amministrazione al prossimo verificarsi di fatti pure traumatici, ma che, anticipati, fatti digerire in progressione, riescono a farsi accettare come normali... Sicchè l'arresto, prossimo?, di Berlusconi, è propinato.
Ora, solo per vedere l'effetto che fa?!...Alla fine, sorridendo, amaramente, al pensiero, ci si chiede: ma "Facciamolo", significava questo?...
   

Leggi tutto l'articolo