Il PD sulla Novaceta porrà la questione in Parlamento

Questa mattina presso la Novaceta di Magenta si è tenuto un’importante incontro tra il comitato magentino diglità e lavoro, CUB e Istituzioni.
Sappiamo benissimo la situazione attuale di quella che da anni è stata una delle più importanti realtà produttive del nostro territorio, ora l’azienda ha dichiarato ufficialmente il fallimento e la palla è passata in mano al curatore fallimentare, i duecento lavoratori che dal Dicembre scorso non hanno smesso di presidiare l’azienda continuano la loro battaglia e questa ha già portato a qualche risultato come ad esempio il vincolo messo nel nuovo PGT dove quell’area rimane e rimarrà adibita alla produzione senza essere soggetta a rischi di speculazione, il Partito Democratico di Magenta ha contribuito fortemente perché l’area non venisse toccata  iniziando dal Consiglio Comunale aperto avvenuto nell'Ottobre 2009, convocato per porre la situazione davanti a tutta la cittadinanza che non sarebbe avvenuto senza la volontà dei nostri Consiglieri Comunali, successivamente in fase di approvazione del nuovo PGT vagliando una ad una le osservazioni che venivano dai cittadini e dalle realtà cittadine, compiendo quel compito che è vigilare sull’operato dell’Amministrazione ovvero facendo l’opposizione.
Questa mattina a rappresentare il PD, oltre che alcuni membri del coordinamento cittadino, era presente l’Onorevole Vinicio Peluffo membro della commissione Parlamentare Attività produttive, persona molto vicina al nostro territorio essendo stato per anni Assessore nella vicina città di Rho, egli ha parlato di come ci sia bisogno dell’unità sindacale in questo momento e non solo tra i lavoratori ma anche con gli stessi imprenditori che si dovrebbero mettere introno allo stesso tavolo per trovare le giuste strategie d’impresa, imprenditori onesti però, non come quelli che negli ultimi anni hanno rilevato novaceta per poi fare profitti su di essa, escludendo i lavoratori da ogni tipo di iniziativa, l’Onorevole Peluffo ha proseguito parlando anche dell’importanza di non perdere la speranza in questi momenti perché con l’accordo e il dialogo tra tutte le parti in gioco la sozluzione può venir fuori, Egli presenterà la questione anche in sede di Commissione Parlamentare ponendo anche la questione in aula tramire interrogazione.
Intanto i lavoratori attendono che qualche imprenditore onesto si faccia avanti per poter riprendere la produzione.

Leggi tutto l'articolo