Il Popolo della Libertà e dell’amore non è mai esistito

“Invito cordialmente l’On Zanicchi ad abbandonare questo postribolo televisivo”.
Queste le parole shock di un Berlusconi arrivato all’estrema esasperazione per lo scandalo sessuale e morale che rischia di travolgere lui e il suo partito.
La telefonata(ieri sera all”Infedele , su La7) ormai celebre dell’imperatore nei salotti televisivi, serve per minacciare e ammonire quelli che lui considera i suoi dipendenti.
Una occasione persa per l’On Berlusconi, e anche preziosa.
La possibilità di illustrare ai cittadini, ai suoi elettori la verità sui fatti che erano all’oggetto della serata.
Provo dispiacere e compassione per l’On Iva Zanicchi, alla quale è stato di fatto ordinato di abbandonare il programma televisivo.
Lo stesso ordine, probabilmente, che altre esponenti del Pdl avevano ricevuto e al quale avevano obbedito con prostrante devozione.
Ancora una volta insomma, Silvio Berlusconi ha dimostrato agli Italiani la sua concezione illiberale della politica.
Voglio esprimere solidarietà a Lerner, che con il suo solito garbo e levatura professionale e morale, stava solo cercando di attenersi ai fatti.E’ un fatto che Marysthell Garcìa Polanco, soubrette e ballerina nelle reti di proprietà del Premier, abbia partecipato ai festini di Arcore? Si.
E’ un fatto che la stessa ragazza abitava nel residence di Via Olgettina, e gli sia stato recapitato un avviso di sfratto, solo dopo che l’affaire Ruby finì sui giornali , suscitando pubblico scandalo? Si.
E’ un fatto che Nicole Minetti, consigliere regionale del Pdl eletta nel listino del Presidente Formigoni , aveva contatti con la Polanco e le altre ragazze di Olgettina? Si.
E’ un fatto che nella residenza privata di Berlusconi avvenivano cene con uomini al di sopra della settantina (per la precisione tre) e venticinque ragazze super giovani? Si.
I “signori” si difendono: niente sesso, semmai proiezioni di film in anteprima, canzoni, battute di spirito.
Mai visto nulla di trasgressivo: così parlò dalla Annunziata il fido Fede.
Sarà, ma l’immagine di Berlusconi “telefonista” è deprimente.
Dov’è finito il Popolo della Libertà e dell’amore? Semplice non è mai esistito.
Fonte:GenerazioneItalia.it

Leggi tutto l'articolo