Il Re è morto, lunga vita al Re

Sembra che anche i Pretoriani ormai prendano le distanze dal Cavaliere, le bordate questa volta vengono dall'alleato più stretto, Maroni che dice che il traguardo della Lega è il federalismo, forse il colpo di grazia è stata la lettera che il Cavaliere (ma sembra farina del sacco dell'Elefantino) ha inviato al Corriere, dove cerca l'appoggio del PD nella persona del suo Leader Bersani, che gli risponde "picche".
Forse è questa ultima goccia che ha fatto traboccare il vaso.
Maroni al giornale di Via Solferino ha detto che  confida nell'approvazione del federalismo, condivide le preoccupazioni di Napolitano,  che se decidesse di sciogliere le camere la Lega sarebbe disponibile ad un nuovo governo PDL/Lega, con a capo Giulio Tremonti o Gianni Letta.
A queste dichiarazioni i Pretoriani hanno una reazione tiepida anche se immediata nei confronti di Maroni, Frattini che si rimangia la richiesta di dimissioni di Fini, dicendo che ha dovuto rispondere alla interrogazione per la questione Montecarlo, Gasparri che si riscopre moderato e Bondi che cerca la convergenza con il PD.
Per la sinistra è l'ultima provocazione di un disperato.
Bocchino avanza l'ipotesi che si dovrebbe dimettere come "Ben Alì".
Infatti il caso Italia è simile al caso Tunisia, Egitto e Albania, solo che in quei casi sono state le piazze a promuovere le dimissioni dei "Rais" dando voce alle opposizioni politiche, da noi invece e successo il contrario dalle piazze non c'è stata alcuna spinta, la richiesta di dimissioni e venuta dalle opposizioni fino a d ora (che si siano imborghesite oltre alle opposizioni anche le piazze??).Altra differenza il Ministro mercato messo in moto dal Cavaliere, che sembra non aver mai fin al contrario del calcio mercato finito ieri sera alle 19.00, mentre questa mattina per il mercato dei Ministri, sembra che Barbareschi approdi al PDL in cambio di una poltrona.
Per il Cavaliere è triste l'uscita di scena a causa di una pros....., escort, ma dalla sua villa di Antigua potrà proclamare che non è stato sconfitto dal popolo sovrano.
A leggere frà le righe delle dichiarazioni politiche la cosa che appare certa è che anche la Lega è del parere dell'opposizione: "Berlusconi ha fatto il suo tempo".
In fondo a fine lmandato avrebbe 77 anni, età giusta per la pensione.
Scintilla

Leggi tutto l'articolo