Il Ritorno Della Linea

Ci sono! Ci sono, o Lettori - ci sono.
Non sono stata inghiottita da un buco nero, né rapita dalla Gente Piccola, né spiaggiata nel XVI Secolo...
In realtà, tutto è cominciato con una rapina...
Ma andiamo con ordine.
Il primo pessimo segno è stato sabato mattina, quando mi sono accorta che l'ADSL era congelata.
Mi sono vagamente seccata, ma non più di tanto.
A volte capita.
Ed era mattina presto, quando i miei neuroni sono ancora occupati a stiracchiarsi e scambiarsi pigramente qualche informazione mentre sorseggiano il primo tè della giornata...
Quindi ho aspettato quasi le nove prima di provare a segnalare alla ersatz SIP che l'inconveniente persisteva.
E quello è stato il momento in cui mi sono resa conto che anche il telefono era muto.
Oh.
Di nuovo.
E sì, confesso che il primo pensiero è stato che qualche altra compagnia telefonica si fosse proditoriamente impadronita di noi, come era sucesso a maggio - ricordate? Allora c'era voluto più di un mese per recuperare la linea...
Con il cuore pesante, ho contattato Telecom* per segnalare il guasto.
Sono passata attraverso la consueta trafila di bivi registrati e digitazioni con cancelletto, e ho ricevuto tre serie di istruzioni contradditorie - e questo ve lo dico a titolo puramente istruttivo: la prima voce registrata ingiunge di staccare tutti gli apparecchi e modem tranne un telefono; la seconda si raccomanda di assicurarsi che il modem sia acceso e connesso; l'operatrice vuole che si stacchi tutto...
L'importante è avere le idee chiare.
Ad ogni modo, dopo lunghi controlli, prove e sospiri all'altro capo del telefono, mi si annuncia un guasto (e chi l'avrebbe mai detto?) da ripararsi entro due giorni.
Prima che io possa chiedere se il sabato sia da considerarsi lavorativo, l'operatrice ha già salutato e riattaccato.
Hm...
E nel frattempo si scopre che, nel corso della notte, i ladri hanno rapinato la banca qui accanto, entrando a colpi di flessibile, svaligiando il Bancomat da dentro e, si presume, tagliando le linee telefoniche.
Il che potrebbe spiegare come mai parte del paese sia senza telefono - e, se non lo spiega, è davvero una notevole coincidenza, non trovate? Ma in realtà, il dubbio che mi assilla è un altro: è lavorativo, il sabato? E di conseguenza, quando potrò sperare di riavere la mia linea? Il busillis si risolve con un secondo tentativo: non mi fanno più parlare con un operatore, ma una voce registrata mi reitera il concetto dei due giorni, precisando che il termine è entro il 20 di gennaio.
Se, dopo tale data, il problema persiste [...]

Leggi tutto l'articolo