Il "Sant"

Nella zona di Olda, circa all’altezza dei prati di Garda e a  nord di essi, esiste un Dosso, chiamato da sempre “Dòs dei orsù”.
Esso è dislocato sulla destra orografica del canale che, dipartendo dalla roccia del “Corèn néghèr”, scende a valle delle praterie del “Malandosso” e confluisce, poco più in basso, con il torrente Zazza.
Sulle pendici di tale Dosso trovasi una sorgiva non perenne, denominata localmente "Fontanino dell’aula” , assestata in un terreno molto permeabile.
Secondo la tradizione e le memorie di Lorenzo Fanetti (Giop), a seguito di continue e violente piogge, verso la fine del 1700, ebbe qui origine un enorme smottamento franoso, che, rovinando lungo l’avvallamento del “Vides” , raggiunse l’abitato di Garda, fino quasi a lambire le case.
In ringraziamento per lo scampato pericolo e per propiziarsi il Signore di fronte all’eventualità del ripetersi del medesimo, la popolazione pensò bene di ergere una cappella, il “Sant”, tuttora esistente, sul luogo dell’arresto della...

Leggi tutto l'articolo