Il Trompe l'oeil – una tecnica artistica per ingannare i nostri occhi

  Il Trompe l'oeil di cui il termine significa letteralmente “inganna l'occhio” è una particolare e bellissima tecnica che si usa nell'arte da artisti e pittori che la realizzano per vari motivi che possono spaziare dal prettamente gusto decorativo sino a lavori più specifici legati magari a questioni di arredamento o di architettura.
Questa tecnica del trompe l'oeil consiste con parole semplice nel dipingere uno sfondo che sia apparentemente realistico su di una parete o magari un tetto, in modo da farle sparire alla nostra vista.
Più l'artista ha talento con le proprie opere e più i nostri occhi vengono ingannati da ciò che vedono o che non vedono come fosse quasi un gioco di illusione.
A lato possiamo vedere uno dei capolavori di pittura realizzati dal grande artista italiano Antonello da Messina intitolato San Gerolamo nello studio datato intorno al 1474 (cliccate per ingrandire l'immagine).
L'opera di Antonello è molto piccola, soltanto come dimensioni però badate bene.
Queste dimensioni sono di appena 45,7 per 36,2 centimetri che però ci mostrano tutto il grande genio dell'artista nel fare sembrare come se gli osservatori quasi si affacciassero davvero a un portone antico di stile gotico che da sullo studio del Santo.
Da notare e ammirare tutta la ricchezza dei dettagli e la precisa prospettiva che ci illude la vista.
Questo è un antico esempio di trompe l'oeil, straordinario e meraviglioso.
Sotto vedete un altro esempio di questa tecnica più moderno, dei giorni nostri.
  Molto spesso nelle opere realizzate con trompe l'oeil vengono rappresentate finestre, porte o atri aperti che ci danno la sensazione che l'ambiente circostante sia diverso, più grande di ciò che pensavamo, divenendo una vera e propria illusione ottica che a volte ci confonde.
Gli esperti e gli storici d'arte affermano che questa tecnica è molto antica come origine, era già conosciuta presso le civiltà degli antichi Greci e dei Romani e numerosi artisti celebri che conosciamo che vennero dopo la usarono spesso, studiandola o perfezionaldola per i loro lavori come per esempio Andrea Mantegna nella sua straordinaria opera intitolata La Camera degli sposi, di cui vediamo un particolare nell'immagine qui sotto o il Bramante con il suo finto coro di Santa Maria presso San Satiro a Milano.
  Diamo una breve definizione e spieghiamo un poco la tecnica del Trompe l'oeil.
A proposito di illusione e di inganno per gli occhi come abbiamo già accennato, il trompe l'oeil dal francese “tromper” ingannare [...]

Leggi tutto l'articolo