Il Web pirata uccide il porno

Fonte Siffredi:"L'industria è in grave crisi" "Internet sta distruggendo l'industria del porno".
Non usa mezzi termini Rocco Siffredi, la star italiana più conosciuta nel mondo del porno mondiale, per descrivere la situazione critica dell'industria del settore a causa del crescente boom di siti di freeporno.
"Vedere filmini gratis è bello, non lo nego, è alla portata di tutti, è una cosa di grande libertà e democrazia - ha spiegato - ma ormai di amatoriale non c'è più quasi niente".
"Sul Web a farla da padrone ormai sono le clip di film porno piratati", tuona Siffredi.
"E' appena uscito in America il mio ultimo film e già mi hanno riferito che si può trovare gratis su uno di quei siti - ha aggiunto -.
La pirateria è globale e rischia di uccidere tutta l'industria".
Nel mirino dell'ex star del porno ci sono soprattutto i siti internet che diffondono gratuitamente spezzoni di film a luci rosse.
"E' un problema grave, ne va della qualità di un film ma anche proprio dell'esistenza stessa delle società di produzione - spiega -.
I nostri filmini su YouPorn non hanno per noi alcun incasso, a guadagnarci sono solo i proprietari di questi domini internet''.
Ma cosa si può fare per frenare questo boom della pornografia online e proteggere le case di produzione hard? Per Rocco Siffredi, che vanta anche un sito personale sul web con sneak preview free ed estratti a pagamento (15 minuti circa per 3 euro), l'industria del settore "dovrà fare qualcosa al più presto, non so bene cosa, ma se non si pone rimedio al più presto si muore".
// //]]>

Leggi tutto l'articolo