Il buon cattolico e la politica

“Un buon cattolico si immischia in politica, offrendo il meglio di sé, perché il governante possa governare.
Ma qual è la cosa migliore che noi possiamo offrire ai governanti? La preghiera! E’ quello che Paolo dice: ‘Preghiera per tutti gli uomini e per il re e per tutti quelli che stanno al potere’.
‘Ma, Padre, quella è una cattiva persona, deve andare all’inferno…’.
‘Prega per lui, prega per lei, perché possa governare bene, perché ami il suo popolo, perché serva il suo popolo, perché sia umile!’.
Un cristiano che non prega per i governanti, non è un buon cristiano! ‘Ma, Padre, come pregherò per questo? Questa è una persona che non va...’.
‘Prega perché si converta!’.
Ma pregare.
E questo non lo dico io, lo dice San Paolo, la Parola di Dio”. Papa Francesco, Casa Santa Marta 16.09.2013http://francescopapa.myblog.it/archive/2013/09/16/santa-marta-amore-per-il-popolo-e-umilta-5696378.html

Leggi tutto l'articolo