Il business del neonato

Sette mesi fa, mia moglie mi ha dato una delle più grandi gioie della vita, mio figlio Riccardo.
La nascita di un figlio, è inutile dirlo, è un avvenimento che cambia e da un senso alla vita.
Le aspettative dei genitori verso il nuovo arrivato sono grandissime e conseguentemente anche i timori e le paure collegate ad eventuali patologie che possono intervenire nei primi mesi di vita.
E' proprio su questi timori, nella quasi totalità dei casi esagerati rispetto all'effettiva situazione in corso, che prospera un mercato floridissimo e che non ha ragione di esistere.
Prima della nascita di mio figlio ignoravo totalmente la situazione che si era venuta a creare in questi ultimi anni, con poveri innocenti costretti a subire, anche in tenerissima età, da parte di Pediatri ignoranti o senza scrupoli, terapie con medicine che vengono prescritte solo in casi estremi perfino ad una persona adulta.
Premetto con il dire che, tranne in rari casi, con patologie conclamate e particolarmente gravi, i bambini non dovrebbero essere trattati con alcun tipo di farmaco, in quanto in questi casi la cura diventa notevolmente più dannosa della presunta patologia.
Ecco alcuni consigli che mi permetto di suggerire ai neo e ai futuri genitori per non incorrere in sbagli che potrebbero rivelarsi estremamente nocivi per i piccoli angioletti: Non basarsi mai sul giudizio di un solo Pediatra, ma richiedere almeno 3 pareri differenti Evitare di scambiare piccoli disturbi per patologie gravi.
Il bambino non è molto dissimile da un adulto Documentarsi con libri, internet, ecc.
in modo da non presentarsi all'appuntamento con il Pediatra totalmente impreparati Rifuggire dai pareri dei medici dati al telefono, senza vedere il bambino e senza conoscere la sua storia clinica Evitare i consigli di parenti e amici che hanno già vissuto la stessa situazione.
I bambini sono differenti uno dall'altro.
Qualcosa che va bene per uno non è detto che debba necessariamente andare bene per un altro I farmaci vanno utilizzati solo in caso di reali e gravi necessità Anche i medicinali più innocui hanno effetti collaterali.
E' fondamentale conoscerli per scegliere se sia opportuno utilizzarli o meno Nel prossimo post vi parlerò di un disturbo che colpisce la maggioranza dei bambini, il reflusso gastro-esofageo.

Leggi tutto l'articolo