Il campanile di Oroset (episodio 33°)

Felice Tolfo
 
Seguito:
Ed essere lì, in quel preciso istante, aveva un fascino del tutto particolare, “molto particolare”…!!
Sempre così la prima volta, ma quella lo era ancora di più!
 
Ed essere lì, in quel preciso istante, aveva un fascino del tutto particolare, “molto particolare”…!!
Sempre così la prima volta, ma quella lo era ancora di più!
Sabbioso e polveroso si presentava il suolo lunare.
Si trattava di regolite, una miscela di detriti rocciosi prodotti dagli impatti meteoritici avvenuti in miliardi di anni.
Alex non riuscì a trattenersi dal provare qualche saltello, troppo bello gli pareva di volare!
 
La città
altro non era se non
un’opera mastodontica interamente ricavata nel sottosuolo con tutti i suoi spazi vitali ermeticamente chiusi e debitamente aerati. Il contatto con l’esterno poteva avvenire solamente tramite solide doppie porte stagne che ne garantivano la tenuta.
Utilizzarono l’e...

Leggi tutto l'articolo