Il capitano dei carabinieri e l'intercettazione truccata per incastrare il padre di Renzi

Il capitano dei carabinieri e l'intercettazione truccata per incastrare il padre di Renzi: "Lo dobbiamo arrestare"

Il clima è pesantissimo perché la Procura di Giuseppe Pignatone, che si sta muovendo con molta accortezza, sta disvelando una trama che fa intravedere scenari inquietati


Il capitano Scafarto, Matteo Renzi e il padre Tiziano

di Guido Ruotolo

Gli ufficiali del Noe dei carabinieri volevano arrestare Tiziano Renzi, il padre dell'allora premier Matteo Renzi, anche se l'inchiesta del Pm anglonapoletano John Henry Woodcock ipotizzava un reato, il traffico di influenze, che non prevedeva la possibilità di arrestare l'indagato.
Siamo a una svolta nelle indagini della Procura di Roma sulla fuga di notizie del fascicolo Consip. E si aggrava la posizione degli ufficiali del Nucleo Operativo ecologico che volevano addirittura intercettare il comandante generale dell'Arma, Tullio Del Sette, e il suo capo di Stato maggiore, il generale Gaetano Maruccia.
Il clima è pesantissimo...

Leggi tutto l'articolo