Il cavallo del vescovo di Catania

Il cavallo del vescovo di Catania
Il mio decimo componimento tratta della leggenda del cavallo del vescovo di Catania: ai tempi di Enrico VI di Svevia, re di Sicilia dal 1194 al 1197, il vescovo di Catania, rapace dignitario imposto dal sovrano tedesco, un giorno affidò il suo cavallo prediletto ad uno scudiero, perché questi lo conducesse al pascolo sulle rupi dell’Etna.
Il cavallo si imbizzarrì correndo verso la vetta del vulcano; lo scudiero lo inseguì fino al margine del cratere centrale, ma poté solo assistere al salto che vi fece il destriero.
L’uomo scoppiò in pianto al pensiero di quale sorte lo attendesse al suo ritorno presso il proprio spietato signore.
All’improvviso comparve un vecchio, che gli intimò di seguirlo e, presolo per mano, lo guidò attraverso le viscere del Mongibello fin dentro una sala favolosa, nella quale si trovava un trono tutto d’oro, su cui sedeva re Artù.
Questi affermò di essere a conoscenza delle vicende del vescovo di Catania, e gli indicò in fondo a...

Leggi tutto l'articolo