Il cellulare e l’elettromagnetismo

  In Italia ogni 100 abitanti ci sono 110 cellulari.
Oggi il cellulare è un mezzo di comunicazione (sia verbale che scritta) molto utilizzato ed è anche uno strumento molto utile perché è possibile in qualsiasi momento o situazione poter telefonare per emergenze varie.
Comunque il telefonino non andrebbe usato troppo.
Il telefonino emette onde elettromagnetiche che sono segnalate dal numero di tacche: se ci sono poche tacche il cellulare ha bisogno di trasmettere segnali più intensi, con molte tacche ha bisogno di poca potenza.
Più è schermato da oggetti tanto sarà maggiore il segnale che dovrà trasmettere.
Ad un incontro del Consiglio Comunale delle Bambine e dei Bambini, è venuto un esperto della Polab, una ditta che si occupa di elettromagnetismo, e ci ha spiegato come funzionano i cellulari .
  Il telefonino manda onde elettromagnetiche che arrivano ad una centrale, questa le invia al cellulare che stiamo chiamando.
Il cellulare se usato troppo può provocare: mal di testa, ronzii alle orecchie e, se tenuto nella tasca della camicia o della giacca può dare problemi cardiaci.
Noi, ragazzi del Consiglio, abbiamo pensato di poter organizzare degli incontri informativi oppure distribuire dei volantini a tutte le scuole per far capire come va utilizzato il cellulare facendo conoscere i rischi se utilizzato troppo e male.
Alessandro    

Leggi tutto l'articolo