Il colore dei quark

Il colore dei quark
 
Si dice che u e d sono "sapori" diversi dei quark. Oltre al sapore, i quark hanno un’altra proprietà, ancora più importante, che è chiamata "colore", introdotta nel 1965 da O.W.Greenberg, M.Y.Han, Yoichiro Nambu. Infatti i quark, essendo particelle con spin semintero, devono soddisfare il principio di esclusione di Pauli, ovvero non possono esistere due quark con gli stessi numeri quantici. Ma sappiamo, ad esempio, che il barione W - ha una composizione in quark pari a tre unità s che si trovano nello stesso stato di energia e di spin.
Per risolvere questa apparente incoerenza fu appunto assegnato ai quark un numero quantico supplementare, chiamato colore, infatti, con l’introduzione del colore si è giunti a verificare che il principio di esclusione veniva rispettato se tutti i quark avevano colori differenti. Benché non abbia alcun rapporto con i colori reali, infatti il termine "colore" rappresenta una sorta di metafora. Ci sono tre colori, chiamati R (red, ross...

Leggi tutto l'articolo