Il compleanno di sabbia

Gli piacciono i dolci e soprattutto il gelato.
Fa invece sempre attenzione a non esagerare col vino.
L’anno scorso in questo giorno eravamo assieme, a tavola, e Pierluigi offriva il poco che aveva per fare festa.
Stavolta, in questo 20 maggio in cui scrivo, il suo compleanno è stato di sabbia, come i giorni trascorsi dal 17 settembre 2018.Ormai quasi nove mesi fa.
Un tempo per rinascere nell’altro grembo, quello del Sahel che, a modo suo, sta modellando la percezione del tempo e dello spazio entrambi tenuti in cattività.
Suo padre e sua madre sono partiti per l’ultimo viaggio, quello di ritorno alla patria definitiva che solo quanti si fanno come bambini possono abitare.
Ed è proprio quanto accade a lui, padre Pierluigi Maccalli, missionario, prigioniero di sabbia in mani sconosciute dalla notte di un lunedì che avrebbe potuto scivolare via anonimo come tanti altri giorni del calendario.
Invece no.Nulla sarebbe stato come prima di quella notte quando hanno bussato alla sua porta di fer...

Leggi tutto l'articolo