Il delirio continua, ovvero: UN DIAVOLO PER CAPELLO

 Il Capo aveva un diavolo per capello.L’agente nome in codice VALERIA era sparito, ma il problema non era quello.
Il problema era la missione incompiuta.
Il Supremo si sarebbe incazzato come una iena e gli avrebbe fatto una lavata di testa esagerata e, con quel raffreddore che gli era scoppiato all’improvviso, una lavata di testa era l’ultima cosa che potesse desiderare.Guardò l’orologio: mancavano quattro ore all’ora X, se partiva subito poteva farcela ancora.
Era raffreddatissimo, ma non era un buon motivo per tirarsi indietro, sicché schizzò fuori dal palazzone di vetro, montò sull’auto e, semafori e ingorghi permettendo, si lasciò alle spalle il più velocemente possibile la città e si avviò sulla stessa strada che aveva percorso il giorno prima l’agente nome in codice VALERIA.Aveva un diavolo per capello, starnutiva continuamente, il naso gli colava, la testa gli doleva ma questo non gli impedì di rimanere affascinato dal panorama dei monti, dalla bellezza delle valli, dall’atmosfe...

Leggi tutto l'articolo