Il dovere della memoria: i Pm scomodi alla mafia... Che, come già capitò a Falcone e Borsellino, sono scomodi anche a chi comanda il Paese...

 

 
 
.
 
seguiteci sulla pagina Facebook: Zapping
 
.
 
Il dovere della memoria: i Pm scomodi alla mafia... Che, come già capitò a Falcone e  Borsellino, sono scomodi anche a chi comanda il Paese...
 
Il dovere della memoria: i pm scomodi alla mafia invisibile
di Antimafia2000
Nei giorni scorsi la Procura di Catanzaro ha dato luogo ad una maxi operazione seconda, per numero di arresti, solo al famoso blitz di San Michele quando nella notte tra il 28 ed il 29 settembre 1984, quando a Palermo vennero spiccati dall'Ufficio Istruzione guidato da Antonino Caponnetto ed il pool di Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, Leonardo Guarnotta e Giuseppe Di Lello, 366 ordini di custodia cautelare da eseguire la mattina dopo. Un lavoro encomiabile quello svolto dalla Procura guidata da Nicola Gratteri, che non ha solo colpito il potente clan Mancuso con l'arresto di 334 persone (260 in carcere, 70 ai domiciliari e 4 divieti di dimora), in Italia e all'estero, ma ha anche messo in evidenza una...

Leggi tutto l'articolo