Il falso mito del buon governo delle giunte rosse

Pillole di (ordinario) malgoverno rosso.
Clamorosa retromarcia per Michele Emiliano, troppo impegnato ad insidiare la candidatura di Nichi Vendola alla presidenza della Regione un anno fa ed ora attivissimo sul fronte delle polemiche all’interno ed all’esterno del suo martoriato partito, in Puglia messo peggio che altrove.
Così, dopo aver trascurato il suo ruolo di sindaco, dovrà ridare al suo “nemico carissimo” 3 milioni di euro.
Si tratta del portale multicanale dell’area metropolitana, uno dei progetti considerati il fiore all’occhiello del (a torto tanto decantato) buongoverno barese.
Per la serie “quando il gatto non c’è i topi ballano”, negli ultimi tempi il segretario regionale democratico si è completamente disinteressato delle procedure attuative.
Risultato: l’opera finanziata con i fondi europei erogati dalla giunta regionale attraverso il Por 2000-2006 non è giunta a termine nei tempi previsti.
Ecco servita dunque la doppia beffa: oltre a dover rinunciare ad un avanzato strumento di comunicazione palmare, digitale terrestre ed internet per mettere in rete l’amministrazione comunale e quelle dei paesi confinanti, il primo cittadino del capoluogo pugliese dovrà restituire a Vendola i tre milioni di euro già stanziati, di cui 1,7 milioni già anticipati alle aziende coinvolte nel piano di realizzazione.
Profetico il governatore della Puglia che un anno fa, nel momento più aspro della sfida, attaccò con sarcasmo l’eterno duellante.
“Ma Emiliano quando trova il tempo per fare il sindaco, visto che si occupa sempre e solo di elezioni?” Passati sei mesi dalla sfida vinta dal leader di Sinistra, ecologia e libertà, ora lo scaltro Nichi passa all’incasso.
Il progetto destinato a costituire l’avvio della società dell’informazione in terra barese non ha raggiunto gli standard naufragando miseramente.
La commissione comunale di verifica quindi non ha potuto far altro che prendere atto del clamoroso flop, correndo immediatamente ai ripari e dichiarando chiusa la pratica.
Appena venuto a conoscenza del fragoroso autogol, il sindaco di Bari (pronto a fare la voce grossa ma non altrettanto capace di mantenere le promesse fatte agli elettori) ha chiarito che si attiverà al più presto per tentare una soluzione.
“Cercherò di ricomporre la vicenda ritenendo l’opera un utile strumento di comunicazione ed erogazione di servizi on line su scala sovra comunale”.
Nel frattempo Vendola si è preso una bella rivincita su colui che doveva essere il suo sfidante alla guida della giunta [...]

Leggi tutto l'articolo