Il fantasma di Chernobyl

                                                             Il  fantasma  di  Chernobyl               Nel  concludere  la  mia riflessione  “Finalmente il Nucleare” ho anche accennato a  Chernobyl.
Ricordo nel contempo, che in altri miei scritti  ho accennato  al  “disastro di Chernobyl”.
I  mestieranti  che non accettano il progresso, ed anche coloro i quali , inspiegabilmente anche autoliesonosti  del  proprio Paese, sublimano  l’illogicità  verificatasi a Chernobyl , anche per proprio  tornaconto e  non  si  soffermano  sulla “causale” di tale  evento , ma  propagandano   lo  spauracchio “dell’effetto”  Chernobyl ,volutamente ignorando  che ogni “effetto” naturale  o voluto dall’uomo  ha la conseguenziale  “causa” naturale  o  precostruita dall’uomo.    Ritengo che ancora una volta,  enfatizzare lo spauracchio  Chernobyl  non giova ad alcuno, anzi è  puerile  e  non  rispecchia  altresì  “l’intelligenza” della maggior parte del popolo Italiano.
Quel disastro non ebbe a verificarsi per causa naturale,  ma  è stato fortemente  “voluto” dalla tracotanza  dell’uomo che non vuole riconoscere  i  propri limiti.  L’uomo, quando ritiene che può imitare  Dio, provoca sempre immani disastri .  L’aver voluto , con illogicità esponenziale, cercare  di ottenere quanto di più  da quella Centrale nucleare, è  da  mettere in paragone con la Torre di Babele.  Anche  a quei tempi  la tracotanza dell’uomo  osò  provocare  Dio,  e dare la scalata al  Cielo .  Senza  la  irresponsabile  “forzatura” del reattore , Chernonyl  non  si sarebbe verificato.
Altra “paura” pervade la mente dei Don Abbondio  :  le scorie nucleari.   Il  disparato  fluttuare delle   ipotesi  emerge in ogni discussione  contro il nucleare.  Ritengo che in quei Paesi nei quali  esistono  Centrali  nucleari , si sono applicati i dovuti  logici  provvedimenti  al  riguardo.
In  una  trasmissione televisiva  del dicembre 2007, ho ascoltato le interviste  ad ingegneri  e fisici finlandesi   sull’argomento “nucleare” e  si  è  puntualizzato anche  sui  metodi  risolutivi per  le scorie.
 L’argomento, nella trasmissione delle interviste   dei  fisici ed ingegneri finlandesi, risultò lapalissiano  non solo per quanto concerne  il sapere sfruttare adeguatamente  l’energia  nucleare, ma  anche per quanto riguarda il [...]

Leggi tutto l'articolo