Il gigante sepolto di Kazuo Ishiguro

Di cosa parla questo libro che viene definito fantasy, ma in cui nessun lettore di fantasy troverebbe gli ingredienti base a cui è abituato?Questa è la domanda da porsi, che cosa stiamo leggendo? Il mio approccio iniziale era stato appunto quello verso un fantasy, ma subito ho dovuto ricredermi, innanzitutto per il ritmo, troppo lento, poi per la storia dove gli elementi fantastici sono puramente casuali e marginali.Il libro parla di tutt'altro, parla innanzitutto della memoria e dell'oblio, dell'importanza di ricordare o di dimenticare. Già dimenticare le cose spiacevoli che ci sono accadute e che ci potrebbero predisporre al male, all'odio, gigante che l'oblio può seppellire, ma che la memoria può riportare in vita con tutte le complicazioni che ne derivano.Già normalmente la nostra memoria fa delle scelte e con il tempo tende a rimuovere tutto ciò che è doloroso per poterci permettere di vivere serenamente, là dove il ricordo di cose fatte, vissute e non accettabili ci tormente...

Leggi tutto l'articolo