Il gol di Florenzi con il teorema di Pitagora

Da quanti metri ha segnato Florenzi? Il teorema di Pitagora ci dà una mano.
Il giallorosso calcia dopo aver superato di poco la metà campo e all'altezza della linea del fallo laterale: conoscendo la misura del prato dell'Olimpico, si può determinare la distanza dalla porta con un foglio di carta, una penna e la calcolatrice.
Il campo è lungo 105 metri, la metà è 52,5: Florenzi al momento di calciare l'ha superata di qualche passo e possiamo ipotizzare che tiri a una distanza di 48 metri dalla linea di fondo.
Questo è l'unico dato presunto, gli altri sono certi: la palla entra all'altezza del palo più lontano.
L'Olimpico è largo 68 metri: la metà esatta è 34 e bisogna aggiungere anche la metà della larghezza della porta (7,32 metri diviso due: quindi tre metri e 66).
I due lati del nostro triangolo rettangolo sono quindi 48 metri e 37,66 metri.
Con il teorema di Pitagora, l'ipotenusa (che poi è la distanza di Florenzi dalla porta) è uguale alla radice quadrata di 48x48 più 37,66x37,66.
48x48 è 2.304.
37,66x37,66 è 1.418,2756.
La nostra ipotenusa quindi è la radice quadrata di 3.722,2756 che dà 61,01 metri.
Centimetro più centimetro meno.

Leggi tutto l'articolo