Il governo non riconosce le coppie di fatto

Non si può dire che sia un piccolo passo in avanti.
Non è possibile, infatti, definire "passo" lo strisciare millimetrico di una lumaca, mentre il resto del mondo corre.
Quello presentato nei giorni scorsi dal governo è un disegno di legge che tradisce le promesse fatte ai propri elettori e delude le aspettative di quanti si aspettavano un riconoscimento delle coppie di fatto da parte dello stato.
Vengono, infatti, riconosciuti alcuni (limitati) diritti e doveri individuali dei singoli conviventi senza dare nessun riconoscimento giuridico alle coppie.
Le coppie di fatto continuano ad essere considerate, esattamente come vuole la chiesa, soltanto due persone che vivono insieme senza formare una famiglia.
E' una vergogna che i legislatori si pieghino, anzi si inginocchino, di fronte ai comandamenti della chiesa cattolica, anzichè mantenere una visione laica dello stato.
Se in Italia siamo rimasti a questo livello di arretratezza culturale, in Trentino le cose vanno ancora peggio, il nost...

Leggi tutto l'articolo