Il grande amore di Emily

C’era una volta, in un villaggio molto popoloso, una dolce fanciulla chiamata Emily.
Viveva lì da quando era rimasta orfana della sua mamma e aveva come unica amica Laila, una fatina dei boschi che spesso andava a trovarla per darle qualche buon consiglio.
Emily, nonostante cercasse in tutti i modi di sorridere, aveva una grande tristezza nel cuore; trascorreva le giornate da sola e tutto ciò che amava fare, era curare le piante del suo giardino o raccogliere fiori e frutti dagli alberi del bosco situato intorno alla sua piccola dimora.
Ciò che la rendeva felice, erano le visite di Laila, con la quale amava chiacchierare per ore e ore parlando di tutto.
Emily le confidava la sua infelicità, spesso piangendo a dirotto.
La ragazza aveva sempre sognato l’amore della sua vita e quella solitudine in cui viveva, non la avrebbe certo aiutata a coronare questo sogno.
Un brutto giorno, arrivò in quel villaggio, il potente e cattivo mago Hans che aveva deciso di impossessarsi di quell’angolo di paradiso per attuare la sua magia negativa.
La fatina Laila fu così catturata dal mago Hans e imprigionata in un’altra dimensione.
Questo episodio rattristò ulteriormente la dolce Emily, che si ritrovò, da un momento all’altro senza la sua confidente di sempre.
La presenza di quel mago cattivo, aveva trasformato il villaggio, da sempre tranquillo, in un luogo in cui ormai regnava la paura.
Le tante persone che vi vivevano uscivano di casa molto raramente per il timore di incappare in uno degli incantesimi di Hans.
Un giorno, mentre era intenta a raccogliere i frutti e i fiori del bosco, Emily udì dei lamenti disperati in lontananza.
Fece qualche passo e si accorse che quelle urla provenivano da una casa a pochi metri dalla sua; la porta era aperta e la giovane decise di entrare.
Non vedeva nulla quindi si addentrò ancora di più in quell’abitazione che sembrava abbandonata.
Si accorse finalmente che i lamenti che aveva udito provenivano da uno scantinato dove, in mezzo a dei ferri vecchi si trovava un giovane ragazzo seduto per terra e legato con delle catene.
Emily rimase perplessa, si avvicinò e chiese “Come ti chiami e cosa ci fai legato lì”? “Mi chiamo Edward, mi trovo prigioniero qui per volontà del mago Hans” La ragazza ebbe un sussulto, conosceva la malvagità di quel terribile mago che aveva rapito la sua fatina Laila.
“Aspetta, ora ti libero io” disse Emily.
“Non credo tu possa liberarmi” ribatté Edward.
“I poteri del mago Hans sono molto forti e io sarò libero solo se sarà lui a [...]

Leggi tutto l'articolo