Il mercato dell’Oro rallenta ma continua a correre

Il Gold ha toccato per la seconda volta il precedente massimo e sembra proprio che le nostre riflessioni siano in linea perfetta con quelli che sono i movimenti del future sul Gold.
Il prezzo rimane sempre all’interno nel canale rialzista tracciato fin dal 2009 e quindi manteniamo sempre gli stessi consigli forniti in precedenza.
Come anticipato anche la scorsa settimana il Volume non sembra accompagnare il prezzo ed andranno valutati attentamente i movimenti futuri (prima o poi i prezzi potranno o dovranno scendere).
Se quello che stai cercando è una soluzione di investimento in grado di guadagnare nelle diverse condizioni di mercato, sia al rialzo che al ribasso, ti consigliamo di visitare il sito di Tradingmatica e valutare le soluzioni di investimento proposte.
Diversificare l'investimento è la cosa migliore da fare e in queste condizioni di mercato dovrebbe essere la prima scelta da fare.
Non perdere altro tempo, entra in contatto con Tradingmatica e trova la migliore soluzione alle tue esigenze.
Clicca QUI>>   Analisi del mercato dell’Oro per la settimana del 13 dicembre E’ importante notare che le uniche barre di riflessione e ritracciamento si possono vedere solo a livello settimanale, mentre sul mensile sono ben 4 mesi che il prezzo chiude sempre superiore al precedente.
E’ anche vero che guardando la forma grafica del movimento settimanale il mercato si sta pian piano appiattendo e durante la settimana appena trascorsa, si è toccato il massimo precedentemente raggiunto per la seconda volta.
Per ora i consigli di mantenere aperte le operazione rialziste in essere ci hanno premiato essendosi rivelata la miglior scelta.
Quindi manteniamo la stessa scelta finché il prezzo del Gold rimarrà all’interno della fascia denominata Resistenza di Lungo Termine 1310 – 1430 (vedi grafico area gialla), dove rimarremo al riparo da eventuali inversioni.
Solo con la rottura del livello basso inizieremo a prendere in considerazione altre possibilità operative..continua..

Leggi tutto l'articolo