Il millesimo senso della notte

Il senso della notte sei tuSogno di aspettarti in albergo..
al buioSogno di lasciare la porta socchiusa e di sentirtiEntrare Lenta e sinuosa come un mambaLetale come un veleno che dolcissimo Graffia la pelle E riconsegna ai mille sensi della notteUna vita essenzialeEternaSfrenatamente immoraleMagnificamente spudorataCome magnifiche e spudorate sono le tue maniLe mani affusolate che nascondi nella voceLe mani affusolate che stringono tutti i miei palpitiVoglio sentire il tuo calore sovrumanoOssessionare il mio corpoVoglio sentirti vincere con il tuo acre profumo di donnaTutte le mie ombreTutti i miei silenziTutti i miei pudoriPerche' in tutte le notti sei tuChe spegni con il tumultuare del senoLa mia veglia immemoreDel giorno. 

Leggi tutto l'articolo