Il mio NO (l'Accozzaglia)

 Domenica avremo il responso circa le scelte dei cittadini sulla riforma costituzionale, fortemente voluta dal Governo.
Finalmente.
Una buona parte dei sostenitori del Si, con l'eccezione, ma non sempre, della cerchia del presidente del Consiglio, dichiarano di essere a favore, anche se non d'accordo sull'insieme della riforma.
Le dichiarazioni più comuni e insopportabili sono: -         La riforma fa schifo, ma voto Si perché sennò, poi....
-         Si poteva fare molto meglio, però...         Ci sono poi le motivazioni "istituzionali", che risuonano come litanie: -         Ci sono voluti trent'anni (agli inizi erano venti, ma non fa nulla) per arrivare a questa riforma e se vincerà il NO, ce ne vorranno almeno altrettanti per mettere nuovamente mano alla Costituzione.
Ma cos'è? Un antibiotico che si deve prendere a tempi regolari? La attuale Costituzione prevede la possibilità di essere modificata, ma non ne prevede l'obbligatorietà -         Il fronte del NO è un insieme ...

Leggi tutto l'articolo