Il mistero del cimitero olandese

Burloni con il gusto del macabro, fantasmi o cosa altro? E’ quello che si chiedono in un paese olandese, dove una pietra tombale non vuole saperne di restare al suo posto.
E la polizia non sa letteralmente dove sbattere la testa.
Il primo a segnalare la notizia è stato un quotidiano locale, il terzo per diffusione nella terra di zoccoli e tulipani, ma il misterioso fenomeno ha destato curiosità anche all’estero, e ora sono in molti a volerci vedere chiaro.
Anche perché un lastrone di oltre 450 chili in genere non si sposta da sola ma fino a questo momento, malgrado le indagini delle forze dell’ordine, nessuno ha trovato una spiegazione plausibile.
Teatro della singolare vicenda è Aalsum, dove vivono meno di 200 persone.
Negli ultimi mesi una tomba è stata trovata più volte scoperchiata e la famiglia, pensando a un atto di vandalismo, si è rivolta alla polizia.
Gli agenti, però, non solo non hanno trovato il colpevole, ma non riescono neppure a impedire il ripetersi dell’evento.
Nessuno è mai stato colto sul fatto, ma quando i parenti o il sagrestano vanno a controllare, trovavano immancabilmente la pesante lastra di granito spostata di oltre un metro.
Stanchi di essere beffati da qualcuno che sembrava invisibile e inafferrabile, gli uomini in divisa hanno installato in gran segreto una telecamera di fronte alla sepoltura.
La sorpresa è arrivata al momento dell’analisi del video.
Ciò che si vede, racconta una portavoce della polizia, è la pietra che improvvisamente schizza di lato da sola, lasciando il sepolcro in gran parte scoperchiato.
Su richiesta della famiglia il video è stato spedito alla scientifica di Amsterdam, in cerca di una spiegazione che fino a ora non è stata trovata.
Esclusi dagli scienziati possibili smottamenti del terreno, qualcuno ha pensato d’incolpare dei fantomatici ratti giganti che nel filmato non compaiono.
Un’altra teoria parla di possibili sbalzi di temperatura che creerebbero scompensi alla pressione interna della tomba.
Solo ipotesi, niente di sicuro.
In attesa di una soluzione al mistero, non rimane che accettare l’evento con la stessa calma del sagrestano di Aaslum che non crede all’opera dei fantasmi, che a suo giudizio non esistono.
Altrimenti garantisce che avrebbe scelto un altro mestiere.

Leggi tutto l'articolo